Prenota
Adesso!

Altro

Bassa Trinità

Bassa Trinità è con ogni probabilità la spiaggia più conosciuta e frequentata dell’isola. La sua sabbia finissima e bianca e l’acqua dalle trasparenze azzurre e turchesi ne fanno una delle principali attrazioni dell’arcipelago. Prende il nome dalla sua posizione, in passato definita Abbassu ‘a Trinita, ovvero alle pendici della collina su cui sorge l’omonima chiesetta. …

Bassa Trinità Leggi altro »

Cala d’Inferno

Cala d’Inferno, sulla costa di ponente è una grande insenatura esposta a tutti i venti di nord-ovest. Il suo nome deriva proprio dall’aspetto “infernale” che assumono le sue acque perennemente agitate. La spiaggia è raggiungibile a piedi esclusivamente attraverso due sentieri di discreta lunghezza. Il primo parte dalla strada panoramica, poco prima della fortezza de …

Cala d’Inferno Leggi altro »

Abbatoggia

Abbatoggia è una delle due punte estreme a prevalenza granitica a nord dell’Isola di La Maddalena. Si snoda lungo una penisola che ospita, oltre a un campeggio, numerose spiagge: la prima quella de il Morto, prende il nome da una rudimentale tomba di un soldato, ancora ben visibile, posta sul lato orientale del retrospiaggia. La …

Abbatoggia Leggi altro »

Monti della Rena

A nord dell’isola di La Maddalena, facilmente raggiungibile mediante la strada panoramica, si trova, all’interno di un’ampia baia, una delle più grandi spiagge dell’isola, Monti della Rena. Il suo nome è dovuto alla presenza, sul lato est, di una collinetta di sabbia, occupata spesso dai più giovani per giochi e scorribande.

Marginetto

Marginetto è una località a nord di La Maddalena, vi si trovano alcune ville realizzate negli anni ’60, e alcune piccole e suggestive spiaggette il cui accesso è in parte nascosto e che per questo sono in prevalenza frequentate dai conoscitori del territorio.

Porto Massimo

Porto Massimo è un piccolo complesso residenziale sulla costa est. Ospita un porticciolo privato, un albergo, due bar e numerosi piccoli appartamenti ad uso turistico. Ritenuto ancora adesso una meta ambita per i visitatori di fascia medio-alta è stato, a cavallo tra gli anni ’80 e ’90, uno dei centri della movida estiva grazie alla …

Porto Massimo Leggi altro »

Museo Diocesano

In centro, alle spalle della chiesa, c’è il Museo Diocesano, nel quale sono conservati oggetti di culto, statue, offerte alla santa patrona, arredi, una piccola Dormitio Virginis settecentesca con il suo corredo di vestiario e una interessante raccolta di stampe su Santa Maria Maddalena donate da Giusto Davoli. Importanti dal punto di vista storico sono …

Museo Diocesano Leggi altro »

Museo Navale Lamboglia

Sulla strada panoramica che porta a Spalmatore sorge il Museo Navale Lamboglia che ospita i reperti della nave romana naufragata presso Spargi nel II secolo avanti Cristo. Il Museo è opera dell’architetto Vico Mossa e, nella sala centrale, ricostruisce lo spaccato della nave oneraria con il suo carico di anfore.